Post-fazione - Adele Venneri - Channeler per Myriam

Vai ai contenuti

Menu principale:

Libri > Guardare la vita..
Post-fazione
di Graziella Pesce

È con gioia che mi accingo a rispondere all’invito di Adele di scrivere la pre-fazione per presentare questa sua nuova creatura, un libro sul metodo di rinascita da lei ideato, dal singolare nome: TangoBenattia.
Essendo che la TangoBenattia rompe gli schemi, ho scelto di scrivere non la pre-fazione, ma la post-fazione, come contributo alle emozioni che la lettura di queste pagine ha sicuramente mosso in ciascuno di voi ed in me per prima.
Ma che dire per non rompere il sacro silenzio che accompagna la chiusura dell’ultima pagina?
Ho visto nascere la TangoBenattia nel cuore di Adele prima ancora che si manifestasse nella sua vita, come preciso percorso che accompagna le persone verso la Gioia della Vita. È infatti un libro di Gioia questo, un libro che invita alla Vita, quella vera, a goderla in tutte le sue sfumature ed opportunità, un libro che esalta la bellezza del quotidiano e dell’incontro con sé stessi in nuove forme. È come una nuova pista in un deserto di già visto e di già detto, un’esplorazione di nuovi territori, considerati proibiti o pericolosi.
Danzare la vita nella Gioia come scelta di ogni momento, senza più elemosinare briciole di comprensione o di sorrisi. Danzare semplicemente la Vita perché si sceglie di essere Vita.nella mano, Adele accompagna chi lo sceglie verso l’incontro più importante che possiamo avere: l’incontro con noi stessi.che questo libro apra in voi la voglia di questo incontro. Senza di esso la Vita non è degna nemmeno di essere chiamata tale. È un percorso, questo della TangoBenattia, che ha tutte le potenzialità per aprirsi a nuovi sviluppi mano a mano che le esperienze vissute, dalle singole persone, apporteranno nuova acqua alla fonte.veramente una delle prime lucciole della Nuova Era che cominciano a portare una nuova luce e a danzare una nuova danza. Leggendo questo libro non imparerete a danzare perché nessuno vi può insegnare a danzare la vostra propria vita, ma incontrerete l’anima di chi sta già muovendo i primi passi di questo ritmo, nuovo e travolgente, che in un attimo è capace di spazzare via millenni di sofferenza e di solitudine. Millenni vissuti nel distacco dalla fonte di tutte le gioie, millenni passati a chiedersi “Ma Io, chi sono?”.
“Vai oltre” ripete spesso Adele in queste pagine. Accogliamo il suo invito ed andiamo oltre anche a tutte le parole che abbiamo letto perché l’unica cosa che conta non è quello che l’autrice ha scritto, ma quello che la nostra anima ha voluto leggere e soprattutto sentire.mia anima ha danzato al ritmo del Tango e della TangoBenattia.la Gioia dell’aver incontrato Adele molti anni fa quando ancora la notte era buia. Insieme abbiamo cominciato a vedere le prime luci del nuovo mattino e, alla fiamma di una piccola candela, abbiamo accolto un “frullo”che ci frullava nella testa e che ci ha portato ad incontrarci qui, in queste pagine, pronte per danzare assieme a tutti voi.
"Considero l’umanità come una collana di perle preziosissime
di forma e di colore unici dove nessuna può essere sostituita
da un’altra. Ho iniziato la mia ricerca molto tempo fa e non
smetterò fino a quando non avrò incontrato tutte le perle."

Graziella Pesce 
 
Torna ai contenuti | Torna al menu